Perchè iscriversi?

L’ingegnere navale ha il compito di progettare, costruire e gestire sia veicoli marini per il trasporto di persone e merci, sia strutture marine per lo sfruttamento delle risorse energetiche fruibili dal mare, ad esaurimento e rinnovabili.

L’oggetto della formazione spazia quindi dalle navi mercantili alle navi da crociera ed alle navi destinate alle Marine Militari; dalle strutture off-shore per la produzione di energia dall’ambiente marino al naviglio minore, sia di servizio che da diporto, passando per le “navi speciali” che svolgono particolari lavori.

I compiti svolti dall’ingegnere navale sono molteplici, ed ad essi corrisponde una formazione adeguatamente flessibile che coniuga il necessario rigore metodologico nell’approfondimento delle tematiche fondamentali con la capacità di interagire con specialisti di svariate altre discipline.

Le prospettive attuali di occupazione sono ottime: oltre 70% ad un anno dalla laurea, oltre 93% a tre anni dalla laurea (dati Almalaurea 2018).