Opportunità lavorative

Più del 95% dei laureati in Ingegneria Navale prosegue gli studi nel corrispondente corso di laurea magistrale, al termine del quale trova occupazione oltre il 70% ad un anno dalla laurea, oltre il 93% a tre anni dalla laurea (dati Almalaurea 2018). Anche coloro che decidono di non proseguire gli studi hanno ottime possibilità di inserimento nel mondo del lavoro, nei settori tipici di impiego dell’ingegnere navale:

  • Uffici Progetti dell'industria cantieristica
  • Studi di Ingegneria e libera professione
  • Stabilimenti di costruzioni o riparazione navale
  • Enti di Classificazione navale
  • Società Armatoriali
  • Società Assicuratrici
  • Centri di Ricerca, Università
  • Uffici della Pubblica Amministrazione per coordinamento e controllo tecnico in ambito navale e marittimo

Prosecuzione degli studi

La laurea in ingegneria navale permette l'accesso a debiti nulli a tutte le Lauree Magistrali della classe LM-34, ed in particolare alla Laurea Magistrale in Ingegneria Navale, offerta dalla Scuola Politecnica e delle Scienze di Base dello stesso Ateneo.